Tim Cook, annuncio shock: “iPhone 8 non avrà l’hardware”

65
apple tim cook
apple tim cook

Tim Cook, annuncio shock: “iPhone 8 non avrà l’hardware”

Mossa da maestro del manager del colosso di Cupertino, nella guerra sul mercato degli Smartphones. L’annuncio di Tim Cook ha totalmente spiazzato il competitors, primo fra tutti Samsung, che pure stava facendo precedere da una campagna di comunicazione imponente il lancio del nuovo modello S9 “Bocelli”, il primo smartphone senza display. Ma la nuova rivoluzione annunciata da Apple ha spiazzato anche Huawei, il colosso cinese, già pronto al lancio di un modello rivoluzionario di smartphone, con schermo da dieci pollici e senza l’alloggiamento per la sim, l’attesissimo Huawei “Tablet”.

26331261103_185ed444ac_b

Il nuovo gioiello della Apple sarà il modello top di gamma per quanto riguarda molte delle sue caratteristiche. Lo spessore, per iniziare, sarà submicrometrico. Il peso sarà sorprendente; messo in tasca, sarà come non averlo. Infine il consumo della batteria: a dispetto degli appena 0,00 mAh della batteria in dotazione,  con una sola ricarica si potrà  arrivare anche a 2 anni e mezzo di stand by. Nel tipico stile provocatorio della casa della mela smoccicata, il nuovo modello rappresenterà anche un record per quanto riguarda il prezzo. Costerà infatti 1.750,00 euro, il prezzo più alto mai richiesto da un produttore di smartphones per un packaging. 

download

 

____________________________________________________________

SaTiroMancino è un contenitore di news di qualsiasi tipo palesemente alterate, modificate, inventate e ampiamente cucinate. Una community di cialtroni, in cui vige una falsa democrazia, e le decisioni vengono prese da ubriachi al termine di una rissa.

VIADario de Blasiis
CONDIVIDI
Articolo precedenteCalcio femminile – “Il fallo da dietro non sarà più da espulsione”
Articolo successivoStoccolma – Bob Dylan accetta il Nobel, ma chiede se può cambiare la taglia
Dario de Blasiis
Barese, informatico, sovrappeso per indole e vocazione, chef e gourmet stimato e riconosciuto fra amici e parenti. Ha uytfujybaquattro anni, essendo nato nel ljhvouvhjvadue. È sposato, e gli piace credere di essere padre di due gemelli.

Inizia a scrivere cazzate al liceo, quando si scopre autore di gialli umoristici a episodi, la serie dell’ispettore Squash, con protagonisti la sua classe e i suoi professori. Inventa in questa sede lo stile Banksy: gli episodi compaiono infatti senza un segnale e senza preavviso alcuno sui diari dei suoi compagni, a loro insaputa; nel senso che li ruba, ci scrive su, e li rimette a posto. In breve la fama dei suoi gialli varca le mura della sua classe, e costringe i suoi compagni a inseguire il proprio diario per tutto l’istituto, e lui ad entrare un paio di volte a scuola dall'ingresso dei fornitori.

Prosegue la carriera alcuni anni dopo come autore del giornalino satirico militare del suo corso allievi ufficiali. Per lo spirito militaresco e per i valori di amor patrio e rispetto delle gerarchie che trasudano dai suoi scritti, il suo corso (il 131esimo, mica il terzo o il quarto) sarà ricordato con grande biasimo dai vertici militari come il primo nella storia della scuola a non aver pubblicato il giornalino. Su “cortese consiglio” del colonnello, naturalmente. Bugia, è qui davanti, nella sua libreria.

Negli anni a venire usa a più riprese la sua abilità di scrittore e la sua ironia ed arguzia come strumento sistematico per provarci con qualsiasi tipo di donna. Non funziona, sappiatelo. Un sacco di complimenti, un sacco di “ma perché non scrivi un libro”, e poi “scusa un attimo, ha citofonato l’idraulico e io sono ancora in accappatoio”. Però almeno ha il fascino dell’intellettuale.

Nel 2008 si è pubblicato da solo una specie di libro d racconti umoristici , “Una Grande Famiglia”, tuttora in commercio, al solo scopo di metterlo in libreria insieme ai libri degli scrittori veri e vedere l’effetto che fa. Fa ridere. Non il libro, l’effetto che fa. Ne ha vendute una quindicina di copie, una quindicina in più rispetto alle sue più rosee previsioni (http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/racconti/13381/una-grande-famiglia/).

Per il resto, si occupa di tecnologia, innovazione e startup. Questo non fa ridere, è vero, ma solo perché non lo avete visto al lavoro. SaTiroMancino è una delle cose più serie a cui si sia mai dedicato. Per dire.