Nobel a scienziato che ha scoperto che c’è vita oltre i social

350
La commissione del Nobel, visibilmente ubriaca. Sulla destra, le sette vergini che spettano allo scienziato per la vittoria
La commissione del Nobel, visibilmente ubriaca. Sulla destra, le sette vergini che spettano allo scienziato per la vittoria

Nobel a scienziato che ha scoperto che c’è vita oltre i social

Nessuno lo credeva possibile, ma lui, scienziato per compassione più che per vocazione, dopo anni di estenuanti ricerche ha, non solo scoperto altre forme di vita oltre i social, ma ha fornito la prova tangibile della loro esistenza, attraverso riproduzioni video e supporti audio. Frank Wifatiga, questo il suo nome, ha  studiato i comportamenti più o meno umani di questa piccola e strana comunità, per comprendere i disagi  che vivono abitualmente  e come sia possibile la loro esistenza oltre quello che sembrava essere l’unico mondo possibile. Pare che in più parti del pianeta Terra, esistano questi esseri che presentano sembianze molto simili alle nostre, ma che poi, guardandole bene, mettono in atto comportamenti fuori dalla realtà.

Mark Zuckerberg se la ride, non si sa bene il perché
Mark Zuckerberg se la ride, non si sa bene il perché

Si è addirittura scoperto, intervistando alcuni di loro, che dichiarano di avere un’età anagrafica compresa tra i 55 e gli 80 anni, di non sapere cosa sia uno smartphone, e che usino l ‘IPhone solo per asciugare i capelli. E’ sorprendente – continua lo scienziato Wifatiga – come queste persone passino ore ed ore guardandosi senza avere uno schermo davanti, parlino usando il linguaggio verbale e non si scambino sms. Alcuni si sono scambiati effusioni ed abbracci non virtuali, ed hanno volti che non assomigliano agli emoticon. La loro vita non passa dentro uno schermo, né – cosa ancora più sorprendete – attraverso i social.

Una rarissima immagine di due persone vive fuori dai social network
Una rarissima immagine di due persone vive fuori dai social network

Sanno se fuori piove o c’è il sole, semplicemente affacciandosi alla finestra, e se devono inveire contro qualcuno lo fanno tranquillamente rivolgendo epiteti particolarissimi ai propri interlocutori. Lo scienziato, nella sua analisi shock, asserisce che questi esseri, riescano perfino a preparare pietanze e a mangiarle anziché fotografarle. Inoltre la letteratura e la poesia la studiano sui libri o visitando – a detta di alcuni giovanissimi esseri esaminati – luoghi di cultura come Musei o Cattedrali, che pare esistano davvero e non siano solo il frutto di leggende, e non comprendano la raffinata arte che passa nei post di chi “posta” selfie con facce imbarazzanti e pose innaturali tramandando le frasi di poeti e letterati.

Tante le perplessità e numerosi gli interrogativi che questa clamorosa scoperta ci pone. Uno fra tutti: riusciremo un giorno a convivere, e a comunicare senza stare dietro un vetro?

___________________________________________________________

SaTiroMancino è un contenitore di news di qualsiasi tipo palesemente alterate, modificate, inventate e ampiamente cucinate. Una community di cialtroni, in cui vige una falsa democrazia, e le decisioni vengono prese da ubriachi al termine di una rissa.

VIACriss cri
CONDIVIDI
Articolo precedenteMcDonald’s presenta il nuovo menù vegano. Quando lo apri, esplode
Articolo successivoPOLITICA: Pietro Grasso lascia il PD. Durissimo Renzi: “Pietro chi???”
Criss Cri
Laureata in legge e masterizzata, nonostante le leggi contro la pirateria Qualcuno l'ha definita un concentrato di donna, probabilmente per il suo metro e cinquantasette Ama lo sport, infatti gioca a calcetto, nonostante non abbia mai compreso cosa sia il fuorigioco. Tanto a calcetto non serve Balla danze caraibiche da circa 10 anni e crede ancora di poter incontrare Patrick Swayze Ha un'associazione di monitoraggio civico e fa spesso l'intervistatrice, ruolo attribuitole dai soci per farla stare zitta, almeno ogni tanto In SaTiroMancino ricopre il ruolo di donna, che ha interpretato alla perfezione facendosi aspettare un sacco, perché non trovava le scarpe da abbinare alla borsa. Che poi nella foto nemmeno si vedono