Dipendente presso se stesso aggredisce il proprio capo

289
Dipendente presso se stesso aggredisce il proprio capo

Dipendente presso se stesso aggredisce il proprio capo

“Nessuno avrebbe mai potuto immaginare il verificarsi di questo infausto evento” dice il portavoce della famiglia Pelli, che continua a raccontarci i vari retroscena di questo evento.

Rapporto idilliaco

Il Rapporto, nato circa 11 mesi fa, inizia alla grande; sempre d’accordo, sempre allineati e soprattutto sempre soddisfatti l’uno dell’altro. Stipendio, lavoro, aspettative, mai nulla di così sereno; tempi di consegna concordati e responsabilitĂ  reciproche senza i soluti scarica-barile colmano il quadretto di una calma che non prevede alcuna tempesta all’orizzonte.

Poi tutto cambiò

Nello stesso giorno in cui Silvio Pelli, dipendente della Silvio Pelli&Co, si accorge che l’amore della moglie era rivolto anche al suo capo, lo stesso ha iniziato ad andare in escandescenza. Gelosissimo, ha iniziato a seguirla per vedere dove andasse senza mai beccare la moglie sul fatto, fino a quando, un giorno si trovò faccia a faccia con lei e con il suo capo, nella villetta del mare.

L’aggressione

L’aggressione, nata ovviamente dalla estrema e folle gelosia, scatena Silvio contro il Dott. Pelli della Silvio Pelli&Co procurandogli numerose ferite con fratture alla mano e agli zigomi dandosi poi alla macchia rapendo il suo capo

Silvio Pelli
la rabbia di Silvio Pelli

Silvio, denunciato immediatamente e arrestato 4 ore dopo l’aggressione nella casa degli specchi del circo di cittĂ , dovrĂ  spiegare alle forze dell’ordine l’intero accaduto, ma soprattutto dove ha nascosto il suo capo, non trovato al momento dell’arresto.

La prigione

Si prospetta un lungo periodo di prigionia per Silvio Pelli della Silvio Pelli&Co. Almeno fino a quando non collaborerà con la giustizia dando informazioni utili per il ritrovamento del suo capo.

VIAMassimiliano Aiello
CONDIVIDI
Articolo precedenteGoogle traduce senza nemmeno un errore le istruzioni di un frullatore cinese: 42 morti
Articolo successivo25 anni dopo, choc a Sanremo – Jo Squillo si confessa: “Eh, si, sono un trans. Oltre le gambe c’è di più”
Massimiliano Aiello
Strangineer digitale, ha dalla sua una serie di successi di mercato quali

l'app per smartphone che simula i rumori di una riunione per mariti infedeli, la mappa digitale per ritrovare il proprio ombrellone sulla spiaggia di Rimini ad agosto, l'antifurto per appartamento che all'apertura forzata della porta o della finestra fa partire la voce: "E' giĂ  tutta roba rubata, mollate l'osso!"

Poiché raggiunge l'apice del successo con bustasposi.it con SaTiro Mancino raggiungerà il doppio apice del successo e adesso non solo la suocera non lo saluta più.... mo manco gli amici.

Le femmine si tuffano ai suoi piedi mentre aspetta a bordo vasca olimpionica con gli zoccoli da mare cercando di piantare l'ombrellone nella grata di scolo dell'acqua.

E' uno scrittore di rilievo... a 2 centimetri dal foglio. Con questa tecnica ha scritto circa 6000 libri tutti pubblicati su paginebianche.it

Editor di blog blob bob e lob sul mondo maker, StartUp, school, techno... insomma mette bocca su tutto eccheccacchio!!!