La Rai si scusa: “Nessun sessismo verso le donne dell’est, per noi si usano come tutte le altre”

50
La nazionale femminile rumena di sottomissione
La nazionale femminile rumena di sottomissione sincronizzata

La Rai si scusa: “Nessun sessismo verso le donne dell’est, per noi si usano come tutte le altre”

Repentino dietrofront di Rai1. Dopo le polemiche scatenate dalla lista surreale di motivi per cui scegliere una fidanzata dell’Est, i vertici di Rai1 si sono affrettati ad un chiarimento, non prima di essersi però sostanzialmente scusati con quella roba lì con i capelli lunghi e le tette solitamente chiamata “donne”, la cui violenta reazione ha messo in serie difficoltà l’intera dirigenza della Rai.

Probabilmente il programma di Paola Perego verrà chiuso. Ma non è questa l’unica conseguenza grave di tutte le polemiche delle ultime ore. Non andrà purtroppo in onda, come preventivato, la seconda parte della lista sui motivi per cui scegliere una fidanzata dell’Est, molto attesa dagli spettatori, che abbiamo tuttavia ricevuto in esclusiva e vi anticipiamo qui di seguito:

  1. Dopo aver avuto un rapporto sessuale potete fumare tranquillamente fregandovene di chiederle se le da fastidio, anche perché il loro metro di valutazione di fumo che da fastidio è Cernobyl
  2. Anche se usate un guinzaglio corto, tipo un paio di metri, in quei due metri sarà sempre tutto pulitissimo
  3. Se avete improvvisa voglia di un rapporto sessuale, potete chiederglielo e quindi procedere, fregandovene se lei urla e si dimena, con la scusa che non avete capito la risposta
  4. Nelle ore in cui non serve, cioè quando non cucina, pulisce o fa sesso con voi, potete subaffittarla come “badante”; fra virgolette, quello che poi va a fare davvero non vi riguarda, porta a casa i soldi, va bene così
  5. Avrà sicuramente dei capelli biondi, lisci, lunghi e bellissimi, quando muore li potete rivendere a una fabbrica di parrucche
  6. Se vostra madre vi piomba in casa e si incazza che avete già finito la vodka che vi ha regalato due giorni prima, date la colpa a lei e vostra madre ci creder

 

Barbara D'Urso. La Rai si affiderà a lei per tornare alla decenza e alla misura
Barbara D’Urso. La Rai si affiderà a lei per tornare alla decenza e alla misura

Il caos suscitato dall’episodio ha in realtà stroncato sul nascere proprio questa idea delle liste, su cui la dirigenza Rai contava molto nell’immediato futuro per ravvivare programmi televisivi che mostrano qualche segno di stanchezza. Resteranno quindi nel cassetto degli autori della televisione di Stato le liste che erano pronte ad andare in onda nei prossimi giorni, tra cui segnaliamo; “6 motivi per cui è rigore per la Juve, e voi fatevi i cazzi vostri”, “6 motivi per cui se il tuo paese in Italia è colpito da un terremoto, se muori tutto sommato ti è andata anche bene”, “6 motivi per cui se la tua startup fallisce fa molto più figo che se fallisce la tua azienda normale” e “6 motivi per far capire a tua moglie che non ti sta servendo e riverendo come dovrebbe, mentre le tenete la testa sott’acqua”.

Lino Banfi, presidente onorario dell'associazione per la tutela della topa transnazionale
Lino Banfi, presidente onorario dell’associazione per la tutela della topa transnazionale

____________________________________________________________

SaTiroMancino è un contenitore di news di qualsiasi tipo palesemente alterate, modificate, inventate e ampiamente cucinate. Una community di cialtroni, in cui vige una falsa democrazia, e le decisioni vengono prese da ubriachi al termine di una rissa.

VIADario de Blasiis
CONDIVIDI
Articolo precedenteAl via il corso di cucina online per donne single “Prendilo per la gola”: 4 morti
Articolo successivo“La Juve incontrava i boss? Superato il limite, ora basta”. Arriva la querela di Totò Riina
Dario de Blasiis
Barese, informatico, sovrappeso per indole e vocazione, chef e gourmet stimato e riconosciuto fra amici e parenti. Ha uytfujybaquattro anni, essendo nato nel ljhvouvhjvadue. È sposato, e gli piace credere di essere padre di due gemelli.

Inizia a scrivere cazzate al liceo, quando si scopre autore di gialli umoristici a episodi, la serie dell’ispettore Squash, con protagonisti la sua classe e i suoi professori. Inventa in questa sede lo stile Banksy: gli episodi compaiono infatti senza un segnale e senza preavviso alcuno sui diari dei suoi compagni, a loro insaputa; nel senso che li ruba, ci scrive su, e li rimette a posto. In breve la fama dei suoi gialli varca le mura della sua classe, e costringe i suoi compagni a inseguire il proprio diario per tutto l’istituto, e lui ad entrare un paio di volte a scuola dall'ingresso dei fornitori.

Prosegue la carriera alcuni anni dopo come autore del giornalino satirico militare del suo corso allievi ufficiali. Per lo spirito militaresco e per i valori di amor patrio e rispetto delle gerarchie che trasudano dai suoi scritti, il suo corso (il 131esimo, mica il terzo o il quarto) sarà ricordato con grande biasimo dai vertici militari come il primo nella storia della scuola a non aver pubblicato il giornalino. Su “cortese consiglio” del colonnello, naturalmente. Bugia, è qui davanti, nella sua libreria.

Negli anni a venire usa a più riprese la sua abilità di scrittore e la sua ironia ed arguzia come strumento sistematico per provarci con qualsiasi tipo di donna. Non funziona, sappiatelo. Un sacco di complimenti, un sacco di “ma perché non scrivi un libro”, e poi “scusa un attimo, ha citofonato l’idraulico e io sono ancora in accappatoio”. Però almeno ha il fascino dell’intellettuale.

Nel 2008 si è pubblicato da solo una specie di libro d racconti umoristici , “Una Grande Famiglia”, tuttora in commercio, al solo scopo di metterlo in libreria insieme ai libri degli scrittori veri e vedere l’effetto che fa. Fa ridere. Non il libro, l’effetto che fa. Ne ha vendute una quindicina di copie, una quindicina in più rispetto alle sue più rosee previsioni (http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/racconti/13381/una-grande-famiglia/).

Per il resto, si occupa di tecnologia, innovazione e startup. Questo non fa ridere, è vero, ma solo perché non lo avete visto al lavoro. SaTiroMancino è una delle cose più serie a cui si sia mai dedicato. Per dire.