Google traduce senza nemmeno un errore le istruzioni di un frullatore cinese: 42 morti

83
Un China Store, fra quelli incriminati
Un China Store, fra quelli incriminati

Google traduce senza nemmeno un errore le istruzioni di un frullatore cinese: 42 morti

Stanno emergendo solo in queste ore le cause della strage silenziosa che ha colpito decine di persone in tutta Europa. Una incredibile fatalità, che forse si sarebbe potuta evitare. Sono stati infatti centinaia i modelli del frullatore “Supel Flullo” venduti negli ultimi giorni nei vari negozi di immigrati cinesi. Molti sono stati acquistati come frullatori, ma altri sono stati scambiati per radioline, paperelle di gomma e spade laser, in conseguenza della proverbiale chiarezza del packaging di questi prodotti.

Il frullatore killer suo malgrado
Il frullatore killer suo malgrado

La sorpresa però si è presentata per molti una volta giunti a casa. Le istruzioni, ma soprattutto le avvertenze relative alla sicurezza, presentavano frasi come “non inserire le dita o gli organi genitali maschili fra le lame durante il funzionamento”,  “tenere lontano dalla portata dei bambini, a meno che non siano i figli di quelli del piano di sopra che giocano a pallone in soggiorno alle 3 di pomeriggio”, e “non tuffatevi nella vasca da bagno piena d’acqua abbracciando il frullatore dopo averlo collegato alla rete elettrica”. Insomma, avvertenze corrette. E come tutti ben sappiamo, è sempre buona norma fare l’esatto contrario di quello che raccomandano le avvertenze di un frullatore cinese, soprattutto se tradotte dall’aramaico antico, passando per il serbo-croato, con Google Translate.

Un fulgido esempio di avvertenze su un prodotto
Un fulgido esempio di avvertenze su un prodotto

La strage potrebbe non fermarsi, purtroppo. La comunità europea è prontamente intervenuta per porre un argine alla tragedia, ma le cose non sembrerebbero essere andate per il meglio. In Italia, soprattutto. Infatti, il produttore ha ricevuto un invito della CEE in cui era scritto che “Si Rende necessario il ritiro dei frullatori in oggetto su tutto il mercato”.  Purtroppo, il produttore cinese ha richiesto la traduzione del messaggio della comunità europea, il quale messaggio, una volta verificato, è risultato essere stato trasmesso come “Certo, nei pressi di Cosenza è necessario tirare due volte i frullatori dentro tutti gli oggetti dei supermercati”. La protezione civile calabrese è stata allertata.

____________________________________________________________

SaTiroMancino è un contenitore di news di qualsiasi tipo palesemente alterate, modificate, inventate e ampiamente cucinate. Una community di cialtroni, in cui vige una falsa democrazia, e le decisioni vengono prese da ubriachi al termine di una rissa.

VIADario de Blasiis
CONDIVIDI
Articolo precedenteRischio Tsunami a Ponza per terremoto di magnitudo 3.7
Articolo successivoDipendente presso se stesso aggredisce il proprio capo
Dario de Blasiis
Barese, informatico, sovrappeso per indole e vocazione, chef e gourmet stimato e riconosciuto fra amici e parenti. Ha uytfujybaquattro anni, essendo nato nel ljhvouvhjvadue. È sposato, e gli piace credere di essere padre di due gemelli.

Inizia a scrivere cazzate al liceo, quando si scopre autore di gialli umoristici a episodi, la serie dell’ispettore Squash, con protagonisti la sua classe e i suoi professori. Inventa in questa sede lo stile Banksy: gli episodi compaiono infatti senza un segnale e senza preavviso alcuno sui diari dei suoi compagni, a loro insaputa; nel senso che li ruba, ci scrive su, e li rimette a posto. In breve la fama dei suoi gialli varca le mura della sua classe, e costringe i suoi compagni a inseguire il proprio diario per tutto l’istituto, e lui ad entrare un paio di volte a scuola dall'ingresso dei fornitori.

Prosegue la carriera alcuni anni dopo come autore del giornalino satirico militare del suo corso allievi ufficiali. Per lo spirito militaresco e per i valori di amor patrio e rispetto delle gerarchie che trasudano dai suoi scritti, il suo corso (il 131esimo, mica il terzo o il quarto) sarà ricordato con grande biasimo dai vertici militari come il primo nella storia della scuola a non aver pubblicato il giornalino. Su “cortese consiglio” del colonnello, naturalmente. Bugia, è qui davanti, nella sua libreria.

Negli anni a venire usa a più riprese la sua abilità di scrittore e la sua ironia ed arguzia come strumento sistematico per provarci con qualsiasi tipo di donna. Non funziona, sappiatelo. Un sacco di complimenti, un sacco di “ma perché non scrivi un libro”, e poi “scusa un attimo, ha citofonato l’idraulico e io sono ancora in accappatoio”. Però almeno ha il fascino dell’intellettuale.

Nel 2008 si è pubblicato da solo una specie di libro d racconti umoristici , “Una Grande Famiglia”, tuttora in commercio, al solo scopo di metterlo in libreria insieme ai libri degli scrittori veri e vedere l’effetto che fa. Fa ridere. Non il libro, l’effetto che fa. Ne ha vendute una quindicina di copie, una quindicina in più rispetto alle sue più rosee previsioni (http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/racconti/13381/una-grande-famiglia/).

Per il resto, si occupa di tecnologia, innovazione e startup. Questo non fa ridere, è vero, ma solo perché non lo avete visto al lavoro. SaTiroMancino è una delle cose più serie a cui si sia mai dedicato. Per dire.